Personalismi 10 (Amiche).

Ho sempre avuto delle amiche. Donne alle quali confessare i miei segreti più intimi, con le quali instauravo un rapporto cameratesco come con un amico maschio e che non avevo la minima intenzione di portarmi a letto.

Scoprivo poi che, per qualche misteriosa e per me inspiegabile ragione, dato che erano donne valenti e bellissime, femmine alfa, accoppiate a morosi di gran lunga migliori di me, si erano invaghite di me e mi si volevano fare.

È capitato perciò che finissimo per fare l’amore; il travalicare il confine tra il voler bene (e l’essere disponibile a prestare in qualsiasi momento soccorso e aiuto, in qualsiasi forma, che è l’aspetto pregnante e nobile dell’amicizia) e l’immersione in un corpo che consideravo intangibile, il tramandarsi non più i segreti della vita ma della pelle, degli umori e degli odori, era fonte di mia grande titubanza e disperazione, era avvertito come frattura di un patto e profanazione di un luogo sacro, sicchè il piacere si mescolava con lo sconvolgimento e la tristezza, la consapevolezza che nulla sarebbe stato più come prima e che io o lei avremmo voluto rifarlo con tutti gli inevitabili tranelli che la passione impone agli amanti.

Il che era tanto più doloroso se una era proprio l’amica del cuore, il porto sicuro e calmo nelle acque per me solitamente agitate dei miei fatti privati.

Aprendo poi casualmente una pagina di un Kamasutra, lessi che il saggio sconsigliava recisamente l’andare a spassarsela con le amiche.

Perché l’ho fatto, potevo dirglielo? No, non avrei potuto, pensavo, pena la lesione della femminilità e quel graduale raffreddamento e allontanamento che solo una donna rifiutata riesce ad amministrare. Ma anche debolezza, desiderio comunque di soddisfare una aspettativa, di dare quanto più amore possibile alla mia amica. Un dissidio delicato da comporre. E anche se adesso mi trattate solo come un maschio anzichè come il compagno di giochi e confidenze, sappiate che siete tutte nel mio cuore.

Annunci

2 commenti su “Personalismi 10 (Amiche).

  1. luigi bastonliegi ha detto:

    Capisco quello che dici, lo dico veramente; tante volte ci ho fantasticato. Tuttavia, in tutta onestà, credo che esistano drammi peggiori. Comunque, coraggio, continua così, che il tradimento non ha mai fatto arrabbiare veramente nessuno in una civiltà totalmente femminilizzata come la nostra. La natura ricerca la varietà genetica, l’unico coraggio di resistere al brutto poter che a nostro danno impera è demolirsi di pugnette.
    O forse troppe volte ci ho fantasticato.

  2. ruzino ha detto:

    Al “bel” poter … 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...