Personalismi 3 (fu allora).

Quando il telefono ebbe squillato, e lui ebbe risposto, e sentito la voce di lei echeggiante sommessa premura e antico affetto, e il cuore iniziato pazzamente a frullargli in petto (e rombo di sangue alle orecchie, come non solo a Saffo), gli parve non tutto perduto: e il tutto per tutto si apprestò, erba patita ma baldanzoso, a giocare.

Al termine di oltre due ore di estenuante telefonata – estrattegli tutte le parole della disperazione, ridotto a larva d’uomo balbettante e lacrimosa – i suoi comportamenti erano stati ripercorsi e scandagliati e minuziosamente dissezionati, le sue frasi sbobinate e reinterpretate, con relativo pesante addebito di responsabilità presenti, passate e future, a ratifica e conferma di una decisione già presa.

“Ho mal di testa” disse lei. E riagganciò.

Fu allora che il mondo si capovolse.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...